Under 18 Provinciali – Final Four Titolo Provinciale

“”   IL VALHALLA “”

W.e. intenso per noi dell ‘ under 18 prov. , dopo aver finalmente recuperato quel gap iniziale nei confronti di squadre blasonate come Jesolo , Mirano Castellana Murano e Salzano , ci siamo qualificati per le finali provinciali , in buona compagnia di compagini decisamente attrezzate per vincere il titolo quali Jesolo e Mirano. Il nostro piazzamento ci vedeva opposti in semifinale contro il Mirano , l’orso bruno del torneo , in letargo per tutto l’inverno dentro antri ben nascosti e lontani da occhi indiscreti , dove il calcolo e la pretattica la facevano da padrone , squadra comunque attrezzata per fisicità e tecnica al traguardo finale .

L’osso era duro , ma per i miei lupi affamati il solo pensiero di addentare le sue carni ci faceva colare la bava alla bocca , e più ci si avvicinava all’orso più il suo odore ci faceva montare il sangue , durante la settimana abbiamo lavorato come mai in passato preparando l’assedio alla tana del grizzly, nulla ci era sfuggito al di là delle dimensioni veramente importanti della bestia ,la tattica era stanarlo e aggredirlo in branco , cercando di ferirlo nelle sue parti più vulnerabili , costringendolo a una resa incondizionata con  la sua definitiva capitolazione per sfamare mente e corpo dei nostri licantropi. Settimana intensa ,,,,,,notte insonne quella del capo branco ,,,,,,sapendo che prima o dopo arriva sempre il momento dove il coraggio e l’audacia non bastano per sfamare il tuo gruppo e,,,, comunque sia il risultato finale anche se negativo ,,,,,, le “ Valchirie “ ci avrebbero scortato nel regno dell “ Valhalla “ per combattere altre battaglie a fianco di Odino. Palla a due ,,,, inizio ,,,,,,,i lupi addentano le carni dell’orso , tutto va secondo i piani , il suo bramito di dolore ci fa mordere più forte , l’orso è in piedi si sta accasciando , zoppica vistosamente , barcolla sotto il parziale di 17 a 3 per il Favaro , si deve dare il colpo finale , si deve mirare alla giugulare , ma è talmente alto che nessuno di noi ci può arrivare , le sue dimensioni sono devastanti per dei piccoli lupi come noi . Avendo perso l’attimo buono per il definitivo abbattimento della bestia , ci rintaniamo in una timida difesa delle posizioni acquisite , nulla di più sbagliato , perché la belva ferita si riprende e con tutta la sua forza si abbatte su di noi come un maglio idraulico provocando perdite di morale e consapevolezza del nostro essere , stavolta è loro il parziale di 27 a 7 . Si va al riposo sul 30 a 24 per il Mirano , la caccia comunque è ancora aperta e nulla ci toglie dalla testa che alla fine saremo noi a spuntarla . Si ricomincia e tra morsi e zampate , tra ululati e bramiti riusciamo a recuperare 3 punticini , il parziale alla fine del terzo quarto e di 39 a 36 per il Mirano , arriviamo al 7 minuto dell’ultimo quarto in parità 46 a 46 , siamo in parità con ( ma noi non lo sappiamo ancora ) i futuri campioni provinciali ,,,,il fiato è corto , l’ossigeno comincia a mancare , e qualcuno ci “ Clampa “ l’arco aortico , e come un fuscello ci accasciamo al suolo consapevoli del fatto che nulla di più potevamo fare e che tutto era stato tentato , l’orso era in piedi e ci guardava dall’alto con rispetto , sapendo che poteva esserci lui al nostro posto . La vittoria va al Mirano squadra degna di questo nome e del titolo che il giorno dopo vincerà ai danni dello Jesolo .

Quanto a noi , Odino ha cavalcato al nostro fianco per l’ennesima battaglia , che ha valso il terzo posto ai danni dello sfortunato Murano e il passaggio alle finali regionali , e come i guerrieri dello stesso nel Ragnarok ci prepariamo allo scontro finale contro i “ Giganti “ nelle pianure di Asgaror , dove ogni sera le ferite si rimarginano e le membra si ricompongono . Solo un grido ci accompagna  all’interno degli spogliatoi , pronti per addentare altri orsi.

“ Durex “

Dal vs inviato di parte

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *