U18 Pall.Eraclea Vs Bassetto Favaro

Eraclea 61 vs Favaro 58
Classica giornata autunnale , pioggerellina umida che ti penetra dentro le ossa , una partita da giocare  una  dimostrazione da dare , è un po’ come preparare  un esame  ,  studi ,provi , ti fai interrogare  dal tuo migliore amico e alla fine  sei soddisfatto perché ti senti pronto , nulla potrebbe penetrare la tua corazza di sapere e la consapevolezza  di avere dato durante la settimana tutto quello che era possibile dare. .
Il serpentone di macchine , tutte “””rigorosamente””” in fila indiana , parte dalla Rodari  e si avvia a portare l’esaminando  alla facoltà dove terrà  il famoso esame ….“Trasferta”.
Il professore ?
Ci siamo già ampiamente informati  prima , è un giovanotto di campagna , diciamo pure un sempliciotto , non abbiamo nulla da temere dalle sue domande in quanto tutto lo scibile del basket è in nostro possesso.
Pronti via , cominciano le domande , e subito ci rendiamo conto che ci fa domande su un altro testo .
<<  Ma scusi  professore  ma cosa mi sta chiedendo ????? Io non ho studiato su quel testo .>>
E lui abbassa gli occhiali ti guarda dolcemente e con fare accomodante ti dice .
<< Ragazzo di libri sul basket ce ne sono tanti ma tutti insegnano la stessa cosa , l’altruismo  , la fatica , la voglia di fare , l’abnegazione comune , il raggiungimento di un obbiettivo risultato di comuni intenti , l’appartenenza  , etc  etc  
Tu non hai studiato questo?????????????????  >>
E tu , in un battibaleno ,  ti sei sentito  come un naufrago in un mare in tempesta  , sballottato dalle onde , flagellato dal vento  e senza un salvagente dove aggrapparti .
Il tempo scorre inesorabile , scandito da un enorme orologio digitale , ti sembra di nuotare controcorrente, fatichi , ti dimeni , lotti , ma il risultato non cambia la spiaggia è sempre più lontana .
Il primo quarto finisce  19 a 12   , si va al riposo lungo sul  37 a 25 per i verdi di casa
Tutti in spogliatoio a leccarsi le ferite , scoprendo che  al sempliciotto professore    non bastava la teoria  ma esigeva una prova pratica , la famosa  “ Prova trasferta “   
Rientriamo in campo  , decisi più che mai sul da farsi  , tutti insieme tutti sulla stessa barca , tutti a remare in una sola direzione  , ma il vento non molla , anzi aumenta sino a spingerci sotto di 14 punti  a metà circa del terzo quarto oramai l’inerzia sembrava non cambiare , tutti i nostri sforzi  erano vani , le forze si assottigliavano sempre di più  , stavamo affogando  con il rammarico di non aver studiato di più , di non aver preparato bene l’esame , di non aver ……………..
Ma ecco , qualcosa cambia , il vento cala   le onde si appiattiscono , la speranza ci pervade la testa e l’anima  , nuove forze vengono  attinte ,  la spiaggia si vede…..è  li a portata di mano ,<< dai forza tutti insieme  dai che ce la facciamo >> i l divario diminuisce  meno 11 , meno 9 meno 7 meno 5 meno 3 ……..meno 1  .
Dooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooonnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnn
E adesso ?????? Ma cosa succede , cos’è questo rumore fastidioso  quasi imbarazzante ??????
E’ finita l’ora ,,,,,,,ecco quello che è successo il  Big Ben   suona il suo ultimo rintocco  , la campana ci dice stop  , la partita finisce tra l’entusiasmo della squadra di casa e la nostra consapevolezza  che studiare non è tutto  ci vuole anche dell’altro .
Ma in fin dei conti  chi sono io per fare la morale a degli adolescenti  che alla fine della fiera hanno dato tutto quello che avevano da dare .
 ,,,,,,Io sono  il nocchiero della barca affondata  ,il marinante  con esperienza ,quello che ha cavalcato mille tempeste quello che avrebbe  dovuto conoscere la rotta più sicura per portare in porto questi ragazzi ,  quello che dovrà modificare le prossime  per non trovarsi ancora una volta  in mezzo alla tempesta .
La partita finisce con il punteggio di 61 a 58 per la squadra di casa .
PARZIALI  19/12      18/13      10/14      14/19
PALL. FAVARO :  Tenderini P.  4 , Dal Molin A.  14 , Porzionato F. 3 , Sanguinetti F. , Dalla  Chiara L. 2 , Brancalion F. 22 , Giovanazzi D. n.e. , Giovanazzi M. 6 , Simionato T. , Marinelli N. 6 , Reginato M. , Costa E. 1
    

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *