Under 18 Silver Final Tour Provinciali 2019

The last one

Nanga Parbat ,,,,,,,,,,Final  Four  di Cornuda 27 / 28 Aprile 2019 ,,,,,,,,,,29 Aprile 2018  dopo  un’anno siamo  di nuovo qua , all’ultimo campo base prima dell’ascensione definitiva  armati di tutto punto  , quest’anno  consapevoli  di chi siamo e di cosa possiamo fare , sperando di piantare la bandiera sulla sua vetta più alta , questa è l’ultima volta che lo scalerò con questi compagni di viaggio , compagni che hanno saputo capirmi anche nei momenti  più duri di questo percorso  , compagni che hanno dato tutto quello che potevano dare sia mentalmente che fisicamente , ragazzi che hanno seguito le mie orme a testa bassa sapendo sempre di poter contare sulla forza di questo gruppo  ,non posso recriminare nulla quest’anno a parte qualche infortunio , il percorso sino ad ora è stato netto nessuna sconfitta , abbiamo trovato  qualche avversario di valore , ma anche questo ha dovuto cedere il passo ai miei  Rodarnauti , ed eccoci qua all’epilogo finale di questa cavalcata interprovinciale .

La partita che ci aspetta domani ( oggi per chi legge ) non sarà proprio semplice  , il Conegliano è una buona squadra  , ma non credo buona quanto noi , vincerà chi vorrà  vincere , chi non si tirerà indietro nei contatti più duri , chi alla fine avrà più cuore e noi ne abbiamo tanto .

Sono passati 363 giorni da quel lontano 29 Aprile 2018 , e sono stati 363 giorni di duro lavoro  fisico e mentale , cercando di amalgamare un nuovo gruppo , una Fenice risorta dalle proprie ceneri , un lavoro certosino  e il merito va tutto a questi  ragazzi che hanno saputo  fagocitare i nuovi arrivi senza traumi e invidie , un gruppo diventato a lungo andare sempre più convinto dei propri mezzi , un gruppo a cui io devo molto .

La mia cavalcata con l’ under 18 del Favaro è cominciata tre anni fa con i ragazzi del 99 / 2000 , seguita poi dal gruppo 2000 / 2001 e quest’anno dal  2001/ 2002 e per tutte queste tre annate  abbiamo raggiunto le Final F. , terzi con il 99 a Salzano contro le corazzate Mirano e Jesolo , secondi  a Conegliano con 2000 / 2001 dietro al più esperto S.Donà , adesso  non ci rimane che scrivere una pagina importante della storia di questo gruppo , una pagina non ancora scritta , una pagina che dirà  oggi al presente il nostro futuro .

Gli  Argonauti  sono cresciuti , sono diventati esperti e ora sanno navigare su  mari  tempestosi  , ancora per poco avranno bisogno di Giasone , sono consapevoli di quello che valgono  e io confido in loro perché portino la loro Argo in porto dove la Fenice li aspetta ad ali aperte .

Chiudo questa mia con una frase di Mandela , che considero molto significativa per tutti quelli che praticano lo sport .

Un vincitore è semplicemente un sognatore che non si è arreso .  ( N. M.)

1-2-3-Durex

Commenti