Under 18 Silver

Il CRETACEO

Cerchiamo di non scambiarlo per il Crostaceo , noto cibo di cui il marito della ballerina  va matto , ma bensì il periodo in cui i dinosauri sparirono , adesso ci sono varie teorie che cercano di spiegare quel che avvenne ma io ne prendo una  che mi convince , l’asteroide Chicxlub ( che mi sa tanto di Crodex)  caduto nella regione messicana dello Yucatan 66.038.000 di anni fa , fece un cratere di 180 kilometri di conseguenza le polveri  oscurarono il sole e la terra subì un cambiamento climatico radicale , stesso cambiamento climatico che troviamo in quel di Motta di Livenza  domenica , dove l’asteroide sono i miei T-Rex  e le giovani marmotte i poveri rettili . Il simpatico coach della compagine di casa  mi saluta amichevolmente e comincia  a minare le mie certezze con il racconto della loro partita in quel di Spinea , per chi non lo sapesse nostra antagonista per il primato del girone , mi racconta che il Motta , squadra ammirevole per impegno e dedizione ( questo lo dico io ) è stato in partita sino a pochi minuti dalla fine dell’incontro per poi cedere le armi su piccoli ma significativi episodi  , sentito il racconto sono salito a Defcon  2 oramai ero madido di sudore e mentre i miei T-Rex facevano riscaldamento andavo indietro con la memoria alla partita di andata cercando di ricordare se avevamo avuto qualche difficoltà . Il referee alza la palla a due , che come al solito non riusciamo a gestire , ma il Chicxlub si sta avvicinando senza preavviso e dopo alcuni minuti in cui il Motta sembra  all’altezza della situazione di abbatte su di loro alzando una tale nube da oscurare il sole e  far raggelare le speranze delle giovani  Marmotte  11 a 34 il risultato del primo quarto. Nonostante inserisca anche i  Velociraptor del 2003 l’inerzia della partita  non cambia , si inseriscono come una chiave nella serratura , provocando , anche loro , scompiglio nell’armata del Motta  , il risultato del primo tempo potrebbe sembrare quello finale di una normale partita 26- 67 di questo campionato ed invece  per i T –Rex di Favaro si tratta solo dei primi due quarti . I dettami e le linee guida sono recepite e  applicate appieno , la differenza fisica ha fatto il resto ,d’altronde non sono queste le partite che ci faranno diventare grandi , ma sono queste che cimentano il gruppo , dove nonostante il punteggio i ragazzi si cercano in campo senza egoismi  e senza manie di protagonismo , il gruppo è buono e il passare del tempo amplifica dentro di me molte convinzioni , la prima di tutte si chiama Nanga Parbat . Il risultato finale della partita non è molto importante , importante è il gruppo sempre più unito e consapevole del traguardo da raggiungere insieme .

1-2-3 Durex

Dal vostro inviato di parte

 

Motta di Livenza vs Basket Favaro  68-113  ( 11-34, 15-33, 23-24, 19-22 )

Fincato 8, Bovo 9, Vanin 11, Piovano 10, Orlando 14, Guglielmi 2, Cestaro 3, De Angeli 13, Volpato 16, Demaj 14, Valente 10, Sanfilippo 3,

Head coach  Forcellini Marco

Ass coach   de Silva Manuela

Acc.    Checchin Roberta

Commenti